giovedì 27 aprile 2006

ACCANTO A TE
















Accanto a te non odo più il sordo rombar del vento;
vicino a te è pace e luce,
mentre sull’arcolaio fiabesco della tua mente
s’avvolgono i tuoi più rosei pensieri.
Accanto a te il silenzio è radioso sorriso
riflesso dai tuoi occhi teneri;
e quando tu mi parli, sento le ali vellutate
della soave gioia che mi inonda...
Vicino a te si spande l’ammaliante profumo dei fiori
che, insospettato, s’ insinua per magia nella mia vita.
Accanto a te tutto diviene dolce ed etereo,
come carezza e rugiada ed alito divino.

Nessun commento: